Pro Loco di Pulsano

Tre maestri del jazz in concerto l’8 agosto a Segreti & Sapori

Segreti & Sapori, manifestazione cult dell’estate pulsanese, ritorna l’8 e il 9 agosto con la sua VI Edizione assieme ad una serie di grandi novità: il Castello De Falconibusin concomitanza con l’evento principale in zona Convento – si colorerà di note.

Nella serata dell’8 agosto il giardino del maniero cinquecentesco ospiterà un trio Jazz d’eccezione, composto dai musicisti Guido Di Leone (Chitarra), Alessio Busanca (Hammond), Alessandro Napolitano (Batteria).

Guido Di Leone, musicista jazz, chitarrista, didatta, è nato a Bari nel 1964, dove attualmente vive. Molto prolifico come compositore e arrangiatore, ha inciso un centinaio di dischi di cui circa la metà come leader, lavori pubblicati prevalentemente per le etichette Yvp Music, Philology e Fo(u)r, di cui è anche fondatore. Tra le collaborazioni si annoverano nomi di primaria importanza nel settore Jazz tra cui Mark Murphy, Jerry Bergonzi, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Jim Rotondi, Renato Chicco, Jim Snidero. Nonostante l’intensa attività concertistica, in Italia e all’estero, Guido Di Leone è spesso impegnato nell’organizzazione di rassegne Jazz e nella conduzione di programmi musicali televisivi. È direttore e docente di chitarra e armonia della scuola musicale Il Pentagramma di Bari, da lui stesso fondata nel 1985. Dal 2004 al 2014 ha insegnato chitarra jazz nei corsi accademici di primo e secondo livello del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari. Stilisticamente identificato nell’aria del modern mainstream ha da sempre mostrato un particolare interesse per le sonorità del chitarrista Jim Hall, tanto da dedicargli il suo primo lavoro discografico del 1991 All for Hall, ben accolto dal grande Jim.

Alessio Busanca, classe 1988, è certamente uno dei giovani pianisti più brillanti del panorama jazzistico italiano. Di estrazione classica, ha poi abbracciato con passione il jazz e durante la sua formazione musicale partecipa a numerosi seminari (Siena Jazz, Berklee Clinics Umbria Jazz – 2011 ), vincendo varie borse di studio, riconoscimenti al talento. Nel 2010 è vincitore del concorso per giovani pianisti a Crema e nel 2014 ha partecipato all’Italian Jazz Days di New York dove ha suonato in numerosi club della grande mela con il suo progetto “classic review”, rivisitazione in chiave afroamericana di alcuni frammenti di sonate di repertorio classico. E’ Terzo classificato alla XIX Edizione 2015 del Premio Internazionale Massimo Urbani e vincitore del Premio Social. Ha suonato in vari festival e rassegne nazionali e internazionali: Berna Jazz Fest, Italian Jazz Days NY, Jazz In Sunday, Amsterdam Jazz Students , Umbria Jazz ( ’12, ’13, ’14), Leiden Jazz Selected Artist, Ravello Jazz Fest, Atene Blues, Piacenza Jazz Festival (17), Jonio Jazz Festival, Piano City Napoli (14,15,16) e molti altri.

Musicista professionista da oltre 30 anni, Alessandro Napolitano ha accumulato nel corso degli anni numerose performances e recording sessions iniziando i primi tour professionali a Roma nel 1990 e collaborando con differenti artisti. Trasferitosi tra Roma e Milano la sua predilezione verso il jazz e altri stili musicali meno commerciali, lo hanno portato ad grandi traguardi con collaborazioni di fama internazionali e suonando in giro per il mondo inoltre la sua incredibile abilità tecnica, la sua versatilità lo inseriscono tra i più accreditati batteristi in circolazione. Le sue perfomance attualmente lo vedono affianco a Locomotive jazz quartett, Paolo Fresu, Eddy Palermo, Fabio Zeppetella, Franco Cerri, Rachel Gould, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Tony Scott, Greg Hopkins, Pablo Paredes, Aurakania quartet, Tony Hadley (Spandau Ballett). Napolitano si è inoltre classificato al 4° posto nella lista “best jazz audio disc award 2017” stilata da “jazz critique magazine jp”, storica rivista jazz.

Il concerto si terrà nello splendido Giardino del Castello De Falconibus di Pulsano. L’ingresso è previsto dalle ore 21.30, inizio spettacolo alle 22.30.